Secondo un'analisi della stampa finanziaria, la maggior parte delle acquisizioni nel periodo post crisi è stato effettuato da fondi di investimento. Questo è avvenuto nel più dei casi attraverso la Bank Assets Management Bank (BAMC o “Bad bank”) alla quale sono stati trasferiti molti crediti inesigibili di società in difficoltà.

E’ molto probabile che le società rilevate nei prossimi anni saranno nuovamente vendute, così come è successo con il colorificio Helios e la Fotona (tecnologie avanzate), incluse nella lista di privatizzazioni, approvata dal Parlamento nel 2013.

Nella seconda tornata di vendita si attendono prezzi più alti. Prossimamente è prevista la vendita del pacchetto di maggioranza della Gorenjska banka, per la quale si stanno raccogliendo offerte vincolanti; fra le imprese interessate all’acquisizione vengono menzionate la banca serba AIK, controllata dall’imprenditore serbo Miodrag Kostić, e la Telekom Slovenia, consorziata con la società Kolektor. Recentemente sono giunte le offerte per l’acquisto della Merkur (commercio di utensili ed elettrodomestici), in procedura fallimentare; la migliore è stata presentata dal fondo americano HPS Investment Partners.

Entro l’anno dovrebbe concludersi il procedimento di acquisizione dell’Adria Mobil di Novo Mesto, uno dei principali produttori di caravan e autocaravan in Europa, che sarà ceduto alla francese Trigano, conclude l'ICE.