domenica, Settembre 20, 2020

Salmone norvegese contaminato, il Ministero della Salute lo ritira dal commercio

Must Read

Juve, Pirlo chiude la porta a Suarez: “Passaporto difficile, non credo arriverà”

Ci ha pensato Andrea Pirlo a spazzare via anche gli ultimi dubbi su quale sarà il prossimo centravanti della...

LG Q31, l’azienda presenta il suo nuovo telefono “low-cost”: dettagli e prezzo

Cosa c'è di meglio che poter acquistare un telefono con buone specifiche tecniche ad un prezzo molto conveniente? Probabilmente...

Il coronavirus ha fatto perdere molti posti di lavoro. Cala il tasso di occupazione

La pandemia di coronavirus ha causato tantissimi problemi, specialmente dal punto di vista economico. L'emergenza sanitaria e le conseguenti...

“Serio rischio di contaminazione microbiologica”. Con questa motivazione il Ministero della Salute ha deciso di ritirare dal commercio un lotto di salmone norvegese affumicato. Stando a quanto reso noto dalle Autorità, all’interno del pesce sarebbe stata individuata la Listeria monocytogenes, un batterio che risulta presente non solo nel terreno, ma anche nell’acqua e nella vegetazione.

La Listeria monocytogenes può essere pericolosa per l’uomo, in quanto causa scatenante dell’infezione da listeria, nota anche come listeriosi: nella forma tipica provoca disturbi intestinali classici, come ad esempio la diarrea; in quella invasiva le conseguenze possono essere ancora più gravi e non si escludono encefaliti e meningiti. Le persone affette da listeriosi presentano anche altri sintomi, come febbre, nausea e dolori muscolari.

Come ricordato anche dal Ministero della Salute, la Listeria monocytogenes può contaminare specialmente ortaggi e verdure, ma anche latte e carni poco cotte.

Il salmone contaminato può essere riportato nel punto vendita dove è avvenuto l’acquisto

In questo caso l’alimento contaminato è il lotto di salmone SA6621920 del marchio Primia, prodotto da Sicily Food srl. La sede dell’azienda è in via Miniera Mintini, ad Aragona, in provincia di Agrigento. Il peso di questa confezione è di 100 grammi, mentre la data di scadenza riportata sul prodotto è il 15 settembre 2020.

Per tutti coloro che hanno già provveduto ad acquistare il prodotto in questione, il consiglio del Ministero della Salute è di non consumarlo per nessun motivo, in modo tale da evitare di essere esposti ai possibili rischi. Il lotto di salmone norvegese affumicato può essere tranquillamente riportato nel punto vendita dove è avvenuto l’acquisto. Per qualsiasi informazioni ulteriore è possibile contattare direttamente l’azienda, inviando una mail all’indirizzo qualita@sicilyfood.it.

Una situazione molto simile si era verificata anche lo scorso mese di giugno, quando il Ministero della Salute impose il ritiro dal commercio del salmone norvegese affumicato confezionato dalla ditta Starlaks Italia. Anche in quel caso la causa era la presenza del batterio Listeria monocytogenes.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest News

Juve, Pirlo chiude la porta a Suarez: “Passaporto difficile, non credo arriverà”

Ci ha pensato Andrea Pirlo a spazzare via anche gli ultimi dubbi su quale sarà il prossimo centravanti della...

LG Q31, l’azienda presenta il suo nuovo telefono “low-cost”: dettagli e prezzo

Cosa c'è di meglio che poter acquistare un telefono con buone specifiche tecniche ad un prezzo molto conveniente? Probabilmente nulla, ed è ciò che...

Il coronavirus ha fatto perdere molti posti di lavoro. Cala il tasso di occupazione

La pandemia di coronavirus ha causato tantissimi problemi, specialmente dal punto di vista economico. L'emergenza sanitaria e le conseguenti misure adottate dai vari governi...

Voli senza alcuna meta: l’idea di queste compagnie risolve molti problemi (non solo economici)

Con la diffusione della pandemia di coronavirus, anche il settore del turismo ha subito inevitabilmente un calo drastico. L'impossibilità di viaggiare durante il lockdown,...

Spagna, troppi casi a Madrid: la regione si prepara ad un nuovo lockdown

La pandemia di coronavirus non si arresta, e i governi europei cominciano a ragionare su un eventuale nuovo lockdown. Dopo le dichiarazioni rilasciate dal...

More Articles Like This