domenica, Settembre 20, 2020

Orrore a Como, assassinato in strada Don Roberto. Era conosciuto come il prete degli ultimi

Must Read

Juve, Pirlo chiude la porta a Suarez: “Passaporto difficile, non credo arriverà”

Ci ha pensato Andrea Pirlo a spazzare via anche gli ultimi dubbi su quale sarà il prossimo centravanti della...

LG Q31, l’azienda presenta il suo nuovo telefono “low-cost”: dettagli e prezzo

Cosa c'è di meglio che poter acquistare un telefono con buone specifiche tecniche ad un prezzo molto conveniente? Probabilmente...

Il coronavirus ha fatto perdere molti posti di lavoro. Cala il tasso di occupazione

La pandemia di coronavirus ha causato tantissimi problemi, specialmente dal punto di vista economico. L'emergenza sanitaria e le conseguenti...

E’ stato senza dubbio un risveglio agghiacciante, quello toccato ai cittadini di Como. Poco dopo le 7 del mattino è cominciata a diffondersi in città la notizia che nessuno avrebbe mai voluto ricevere. Don Roberto Malgesini, 51 anni, da tutti conosciuto come il prete degli ultimi e degli emarginati, ha perso la vita in seguito ad una barbara aggressione avvenuta in piazza San Rocco, a Como.

Il sacerdote, che abitava proprio in quella piazza, è stato aggredito da un uomo, che ha inferto a Don Roberto una coltellata letale. I soccorritori, giunti sul posto, hanno trovato il prete riverso sul selciato e immerso in una pozza di sangue. Don Roberto presentava una profonda ferita da arma da taglio. I sanitari intervenuti hanno fatto di tutto per cercare di rianimare il 51enne, ma ormai non c’era più nulla da fare.

La notizia della sua morte ha sconvolto la comunità comasca. Tanti i fedeli che si sono recati sul luogo del delitto, sconcertati da un’aggressione così brutale e immotivata.

L’omicida si è costituito: è un senzatetto di origine straniera con problemi psichici

Tra loro anche molti migranti in lacrime, spesso aiutati dal buon cuore di Don Roberto. “Era una persona mite, ha votato tutta la sua vita agli ultimi, era cosciente dei rischi della sua missione. La città e il mondo non hanno capito la sua missione”, ha detto al quotidiano “La Repubblica” il direttore della Caritas, don Roberto Bernasconi.

Dopo aver portato a termine l’omicidio, l’assassino di Don Roberto si è costituito ai carabinieri. Stando alle prime ricostruzioni sembra si tratti di un senzatetto di origine straniera, già noto per problemi di natura psichica. A poca distanza da piazza San Rocco le forze dell’ordine hanno anche rinvenuto l’arma del delitto, un coltello insanguinato.

“Di fronte alla tragedia la Chiesa di Como si stringe in preghiera per il suo prete don Roberto e per chi l’ha colpito a morte”, fa sapere la Diocesi comasca.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest News

Juve, Pirlo chiude la porta a Suarez: “Passaporto difficile, non credo arriverà”

Ci ha pensato Andrea Pirlo a spazzare via anche gli ultimi dubbi su quale sarà il prossimo centravanti della...

LG Q31, l’azienda presenta il suo nuovo telefono “low-cost”: dettagli e prezzo

Cosa c'è di meglio che poter acquistare un telefono con buone specifiche tecniche ad un prezzo molto conveniente? Probabilmente nulla, ed è ciò che...

Il coronavirus ha fatto perdere molti posti di lavoro. Cala il tasso di occupazione

La pandemia di coronavirus ha causato tantissimi problemi, specialmente dal punto di vista economico. L'emergenza sanitaria e le conseguenti misure adottate dai vari governi...

Voli senza alcuna meta: l’idea di queste compagnie risolve molti problemi (non solo economici)

Con la diffusione della pandemia di coronavirus, anche il settore del turismo ha subito inevitabilmente un calo drastico. L'impossibilità di viaggiare durante il lockdown,...

Spagna, troppi casi a Madrid: la regione si prepara ad un nuovo lockdown

La pandemia di coronavirus non si arresta, e i governi europei cominciano a ragionare su un eventuale nuovo lockdown. Dopo le dichiarazioni rilasciate dal...

More Articles Like This