sabato, Ottobre 31, 2020

Jimi Hendrix. Un mito a 50 anni dalla sua morte

Must Read

Qualcomm lavora ad un suo gaming phone (con Snapdragon 875): l’aiuto arriva da Asus

Qualcomm sta lavorando ad un proprio gaming phone che potrebbe essere lanciato verso la fine del 2020. La gustosa...

Coronavirus, con la pandemia aumentano i guadagni dei “già miliardari”: in Italia sono 40

La pandemia di coronavirus ha fatto precipitare il PIL, ha comportato una forte perdita di posti di lavoro, ha...

Il turismo ferroviario riparte con i treni storici. Itinerari da sogno tra montagne e laghi

Il lockdown e più in generale l'emergenza sanitaria hanno inflitto un duro colpo al turismo e ai viaggi, specialmente...

Il 18 settembre di 50 anni fa James Marshall Hendrix, In arte Jimi Hendrix, che sarebbe stato con gli anni riconosciuto come il chitarrista più influente della storia del Rock, morì per le conseguenze di un’overdose di barbiturici al Samarkand Hotel di Londra. Spinto fin dalla giovane età da una passione irrefrenabile per le sei corde della chitarra, Jimi Hendrix percorse una lunga gavetta che lo portò a suonare con diversi artisti più o meno famosi, con il celebre Little Richard che gli permise di acquisire sempre maggiore dimestichezza tramite i segreti della chitarra elettrica.

Jimi Hendrix, la svolta

La svolta della sua carriera avvenne nel 1966, quando Chas Chandler, noto produttore discografico dell’epoca, fu colpito dalla sua interpretazione di “Hey Joe” e lo portò con sé a Londra. Lì costruì intorno a lui la band destinata lanciarlo verso la leggenda, “The Jimi Hendrix” Experience. Il primo album,“Are You Experienced”, irruppe come una tempesta sulla scena musicale londinese e le sue funamboliche esibizioni live lo resero in breve tempo il nuovo fenomeno della scena rock britannica. Da citare l’esibizione al Monterey Pop Festival, terminata con il celebre incendio della sua chitarra.

Jimi Hendrix, la “leggenda”

Dopo il terzo e ultimo album, “Electric Ladyland”, i rapporti nella band cominciarono a deteriorarsi. Questo anche a causa della dipendenza di Hendrix da alcol e droghe… Eppure ciò non gli impedì di entrare nella leggenda sul palco di Woodstock durante l’omonimo festival. Leggenda che purtroppo arrivò al suo epilogo in quella notte del 18 settembre di 50 anni fa, quando dopo una jam session improvvisata, la compagna di allora, Monika Danneman lo ritrovò agonizzante, soffocato da un overdose di sonniferi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest News

Qualcomm lavora ad un suo gaming phone (con Snapdragon 875): l’aiuto arriva da Asus

Qualcomm sta lavorando ad un proprio gaming phone che potrebbe essere lanciato verso la fine del 2020. La gustosa...

Coronavirus, con la pandemia aumentano i guadagni dei “già miliardari”: in Italia sono 40

La pandemia di coronavirus ha fatto precipitare il PIL, ha comportato una forte perdita di posti di lavoro, ha fatto scendere molto il reddito...

Il turismo ferroviario riparte con i treni storici. Itinerari da sogno tra montagne e laghi

Il lockdown e più in generale l'emergenza sanitaria hanno inflitto un duro colpo al turismo e ai viaggi, specialmente quelli internazionali. Anche il turismo...

Coronavirus, mascherina obbligatoria anche all’aperto. Le multe vanno da 400 a 1.000 euro

Da questo momento in poi la mascherina diventa obbligatoria non solo nei luoghi chiusi, ma anche all'aperto, fatte salve alcune eccezioni. E' questa la...

NBA, Lakers sul 3-1: Miami lotta ma cede 102-96, LeBron vede il suo quarto titolo

Manca solo l'ultimo passo, l'ultimo tassello ai Los Angeles Lakers per tornare di nuovo sul tetto del mondo, dieci anni dopo l'ultima volta. In...

More Articles Like This