Wednesday, April 7, 2021

Tragedia nel torinese, padre uccide figlio e si suicida. Si era separato da poco

Must Read

10 frasi della buonanotte da dedicare al tuo amore

Trovare frasi della buonanotte da dedicare alla persona che ami è un modo per dimostrare che la pensi, anche...

Patate semplici in padella: ricetta e procedimento

Patate semplici in padella. Per un contorno veloce, saporito e delicato. Adatto ad ogni secondo piatto. Alla carne bianca,...

Smart Working in pigiama? Ecco le conseguenze

Smart working. Il nuovo modo di lavorare oggi a causa delle Pandemia Covid 19. E' comodo, ci si rilassa,...

Una tragedia terribile quella che si è consumata la scorsa notte a Rivara Canavese, piccolo comune in provincia di Torino. Intorno alle 2 di notte un padre ha assassinato suo figlio, di soli 11 anni, e si è poi tolto la vita. L’uomo, che svolgeva la professione di operaio metalmeccanico, ha esploso un proiettile all’indirizzo del figlio e ha poi rivolto l’arma verso di sè.

Claudio Baima Poma, questo il nome dell’omicida-suicida, si era da poco separato dalla sua compagna. Stando a quanto riportato da molte testate, pare che il 47enne soffrisse di depressione anche per via della recente separazione. La pistola utilizzata per uccidere l’11enne e successivamente per suicidarsi era detenuta illegalmente. Sul fatto indagano i carabinieri di Torino.

La vicenda diventa ancora più inquietante se si legge l’ultimo post scritto da Claudio Baima Poma su Facebook, dove spiega i motivi del tragico gesto.

“Ho perso la mia battaglia contro la depressione, non voglio più soffrire”

“Quando abbiamo iniziato a convivere ero l’uomo piú felice del mondo. Poi é nato Andrea, il nostro sogno. Tutto bellissimo fino a quando ho iniziato ad avere problemi di schiena e un danno permanente a una gamba – scrive sul social il 47enne – Una settimana prima mi avevi chiesto di sposarti ma poi hai iniziato ad allontanarti. Ho rischiato di perdere l’uso delle gambe, da quel momento sono caduto in depressione”.

“Attacchi di panico, tachicardia, non riuscivo a dormire la notte, avevo spesso ansia – si legge nel post di Claudio Baima Poma – La depressione è una malattia che ti logora internamente, ti devasta giorno per giorno. Ho perso la mia battaglia contro la depressione. Ho perso la fiducia, non ho più voglia di soffrire”.

Nel post, Claudio Baima Poma chiede rispetto per sè e per la sua famiglia, concludendo il suo scritto con questa frase: “Andrea e il suo papà per sempre insieme”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest News

10 frasi della buonanotte da dedicare al tuo amore

Trovare frasi della buonanotte da dedicare alla persona che ami è un modo per dimostrare che la pensi, anche...

Patate semplici in padella: ricetta e procedimento

Patate semplici in padella. Per un contorno veloce, saporito e delicato. Adatto ad ogni secondo piatto. Alla carne bianca, rossa, al pesce. Piacciono ai...

Smart Working in pigiama? Ecco le conseguenze

Smart working. Il nuovo modo di lavorare oggi a causa delle Pandemia Covid 19. E' comodo, ci si rilassa, si evitano code e traffico....

Baci di dama… Buoni e belli fatti in casa!

Baci di dama. Teneri, dolci, squisiti pasticcini al gusto di cioccolata. O di qualunque altra cosa noi preferiamo. Dipende dal gusto personale. Sono perfetti...

Streaming a pagamento o cinema nelle sale?

Lo streaming a pagamento soppianterà il cinema nelle sale? Questa domanda, dalle implicazioni epocali per la settima arte, è di estrema attualità. Soprattutto ora...

More Articles Like This