Wednesday, April 7, 2021

Coronavirus, le stime di Standard & Poor’s fanno sperare: calo del PIL più contenuto del previsto

Must Read

10 frasi della buonanotte da dedicare al tuo amore

Trovare frasi della buonanotte da dedicare alla persona che ami è un modo per dimostrare che la pensi, anche...

Patate semplici in padella: ricetta e procedimento

Patate semplici in padella. Per un contorno veloce, saporito e delicato. Adatto ad ogni secondo piatto. Alla carne bianca,...

Smart Working in pigiama? Ecco le conseguenze

Smart working. Il nuovo modo di lavorare oggi a causa delle Pandemia Covid 19. E' comodo, ci si rilassa,...

Il Prodotto Interno Lordo del nostro Paese avrà probabilmente una stima negativa inferiore rispetto a quanto preventivato qualche mese fa. La diffusione della pandemia di coronavirus e la necessità di introdurre la drastica misura del lockdown per arginare il contagio aveva fatto temere il peggio a tutti i principali esperti di economia.

La situazione non è di certo rosea, e prima di riuscire a tornare ai livelli pre-Covid ci vorrà ancora molto tempo. Tuttavia, stando a quanto riferito da Standard & Poor’s (e prima ancora dalla Banca d’Italia, ndr), si può guardare avanti con rinnovata fiducia. L’agenzia di rating ha infatti migliorato la stima sul PIL italiano del 2020: dal 9,5% dell’ultima rilevazione si è passati ad un 8,9%. Ma non è tutto, perchè è sempre Standard & Poor’s a rivelare che la crescita per il 2021 avrà un rimbalzo più concreto rispetto alle stime precedenti: 6,4%, oltre un punto in più rispetto al 5,3% precedentemente indicato.

Confortanti anche le stime che riguardano la prospettiva di crescita e la disoccupazione

Per farla breve, l’agenzia di rating evidenzia come l’Eurozona abbia sostanzialmente retto l’urto del coronavirus, e la ripresa sembra essere “più veloce del previsto”. Le stime appaiono “confortanti” anche dal punto di vista della prospettiva di crescita e della disoccupazione. Ma è la stessa Standard & Poor’s ad invitare a prendere queste stime con soddisfazione ma allo stesso tempo a non abbassare la guardia: l’Eurozona deve ora affrontare una fase di transizione che l’agenzia di rating definisce “complicata”.

“Con il persistere di basse spinte inflazionistiche – afferma S&P nel report – non ci aspettiamo che la Banca centrale europea attui una stretta sulla politica monetaria in tempi brevi, sia in termini di tassi d’interesse e sia dal punto di vista dei bilanci”.

Le stime dicono che l’Europa sta lavorando comunque bene, e anche il Governo italiano sta facendo pienamente la sua parte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest News

10 frasi della buonanotte da dedicare al tuo amore

Trovare frasi della buonanotte da dedicare alla persona che ami è un modo per dimostrare che la pensi, anche...

Patate semplici in padella: ricetta e procedimento

Patate semplici in padella. Per un contorno veloce, saporito e delicato. Adatto ad ogni secondo piatto. Alla carne bianca, rossa, al pesce. Piacciono ai...

Smart Working in pigiama? Ecco le conseguenze

Smart working. Il nuovo modo di lavorare oggi a causa delle Pandemia Covid 19. E' comodo, ci si rilassa, si evitano code e traffico....

Baci di dama… Buoni e belli fatti in casa!

Baci di dama. Teneri, dolci, squisiti pasticcini al gusto di cioccolata. O di qualunque altra cosa noi preferiamo. Dipende dal gusto personale. Sono perfetti...

Streaming a pagamento o cinema nelle sale?

Lo streaming a pagamento soppianterà il cinema nelle sale? Questa domanda, dalle implicazioni epocali per la settima arte, è di estrema attualità. Soprattutto ora...

More Articles Like This