venerdì, Ottobre 30, 2020

Aumento contagi, De Luca non fa sconti: “Ultima ordinanza, poi chiudo tutto”

Must Read

Qualcomm lavora ad un suo gaming phone (con Snapdragon 875): l’aiuto arriva da Asus

Qualcomm sta lavorando ad un proprio gaming phone che potrebbe essere lanciato verso la fine del 2020. La gustosa...

Coronavirus, con la pandemia aumentano i guadagni dei “già miliardari”: in Italia sono 40

La pandemia di coronavirus ha fatto precipitare il PIL, ha comportato una forte perdita di posti di lavoro, ha...

Il turismo ferroviario riparte con i treni storici. Itinerari da sogno tra montagne e laghi

Il lockdown e più in generale l'emergenza sanitaria hanno inflitto un duro colpo al turismo e ai viaggi, specialmente...

Mentre nei vari Paesi europei vengono nuovamente applicate misure fortemente restrittive in alcune zone, come i lockdown territoriali nel nord dell’Inghilterra e nell’area della provincia di Madrid, in Italia la situazione contagi non sembra ancora essere così grave da portare a scelte drastiche.

Non è di questo avviso il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, confermato presidente dopo la vittoria alle elezioni regionali di domenica 20 e lunedì 21 settembre. Intervenuto durante il programma “Porta a Porta”, condotto da Bruno Vespa su Rai Uno, De Luca ha spiegato nel dettaglio i contenuti della sua nuova ordinanza, precisando che si tratta della penultima decisione “prima di chiudere tutto”.

De Luca si è detto molto preoccupato per la cosiddetta “seconda ondata” della pandemia di coronavirus, che starebbe interessando già l’area del napoletano e del casertano.

Le novità dell’ordinanza: massimo 20 persone alle feste e stop alla movida

“Sono molto allarmato, credo che dobbiamo aprire gli occhi e dire con chiarezza ai cittadini che siamo già nella seconda ondata dell’epidemia – le parole del riconfermato Presidente – Ricordo che la Campania è la Regione che ha la più alta densità abitativa d’Italia e il 60% dei positivi oggi sono nelle Asl Napoli 1 e 2 e a Caserta cioé quelle a maggiore congestione abitativa”.

Tra le peculiarità di questa nuova ordinanza della Regione Campania c’è il divieto di assembramento per più di venti persone alle feste e lo stop alla movida, con il divieto di vendere alcolici da asporto dopo le 22.

Vincenzo De Luca si è poi soffermato anche sulla riapertura delle scuole, dove i controlli sarebbero carenti, con assembramenti sia all’ingresso che all’uscita. “Se vogliamo convivere per altri dieci mesi con il Covid-19, perché se ci va bene tra dieci mesi avremo il vaccino – ha aggiunto il Governatore campano – il sistema di controllo del territorio deve essere rigoroso e capillare”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest News

Qualcomm lavora ad un suo gaming phone (con Snapdragon 875): l’aiuto arriva da Asus

Qualcomm sta lavorando ad un proprio gaming phone che potrebbe essere lanciato verso la fine del 2020. La gustosa...

Coronavirus, con la pandemia aumentano i guadagni dei “già miliardari”: in Italia sono 40

La pandemia di coronavirus ha fatto precipitare il PIL, ha comportato una forte perdita di posti di lavoro, ha fatto scendere molto il reddito...

Il turismo ferroviario riparte con i treni storici. Itinerari da sogno tra montagne e laghi

Il lockdown e più in generale l'emergenza sanitaria hanno inflitto un duro colpo al turismo e ai viaggi, specialmente quelli internazionali. Anche il turismo...

Coronavirus, mascherina obbligatoria anche all’aperto. Le multe vanno da 400 a 1.000 euro

Da questo momento in poi la mascherina diventa obbligatoria non solo nei luoghi chiusi, ma anche all'aperto, fatte salve alcune eccezioni. E' questa la...

NBA, Lakers sul 3-1: Miami lotta ma cede 102-96, LeBron vede il suo quarto titolo

Manca solo l'ultimo passo, l'ultimo tassello ai Los Angeles Lakers per tornare di nuovo sul tetto del mondo, dieci anni dopo l'ultima volta. In...

More Articles Like This