domenica, Gennaio 17, 2021

Anagni in prima linea nella sperimentazione anti Covid

Must Read

Cyberbullismo al tempo del Covid19

La tecnologia, ormai, è entrata a far parte della nostra quotidianità. Se utilizzata correttamente può rappresentare un vero e...

Patate semplici in padella: ricetta e procedimento

Patate semplici in padella. Per un contorno veloce, saporito e delicato. Adatto ad ogni secondo piatto. Alla carne bianca,...

Smart Working in pigiama? Ecco le conseguenze

Smart working. Il nuovo modo di lavorare oggi a causa delle Pandemia Covid 19. E' comodo, ci si rilassa,...

Sanofi, colosso farmaceutico impegnato in prima linea nella sperimentazione del vaccino anti Covid, ha ad Anagni, in Italia, uno dei suoi avamposti più importanti. Entro dicembre è prevista l’entrata nella fase 3 della sperimentazione. L’ambizione è di arrivare a produrre 1 miliardo di dosi entro 12 mesi dall’inizio della fase 3. Un terzo di queste dosi saranno destinate all’Europa e saranno prodotte nel polo di Anagni.
L’Italia, come primo produttore di farmaci in Europa, è pronta a rivestire un ruolo di protagonista nella realizzazione massiva del vaccino anti Covid . Anche Astra Zeneca con la sua consociata Oxdford, ha scelto Anagni come polo produttivo primario per la produzione del suo vaccino di prossima validazione.

Vaccino Anti Covid. Italia in prima linea


L’annuncio di Sanofi di oggi presso la sede di Anagni dell’industria farmaceutica, mette in evidenza ulteriormente il livello di eccellenza dell’industria farmaceutica italiana ai vertici europei. C’è una lunga esperienza nella produzione di vaccini da parte del polo di Anagni e, infatti verrà utilizzata la tecnica delle proteine ricombinanti per il nuovo vaccino, già ampiamente utilizzata per la realizzazione dei vaccini influenzali. Questa scelta, già collaudata, porterà alla realizzazione di 1 miliardo di dosi per sconfiggere questa terribile pandemia globale.
Il vaccino Sanofi attualmente è alla fase 1 e 2 di sperimentazione. Quella che prevede, oltre alle prove di sicurezza, anche i primi test di efficacia su volontari. Ma si appresta a entrare a lunghi passi nella sperimentazione più ampia, quella finale prima dell’ok definitivo. I vertici di Sanofi prevedono di arrivare alla fase 3 entro il 31/12/2020, e di avere entro maggio 2021 il benestare definitivo all’emissione definitiva del vaccino. E’ importante sottolineare il fatto che servirà un’organizzazione perfetta anche dal punto di vista dell’identificazione delle categorie di soggetti prioritari, della distribuzione e dell’organizzazione della somministrazione del vaccino”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest News

Cyberbullismo al tempo del Covid19

La tecnologia, ormai, è entrata a far parte della nostra quotidianità. Se utilizzata correttamente può rappresentare un vero e...

Patate semplici in padella: ricetta e procedimento

Patate semplici in padella. Per un contorno veloce, saporito e delicato. Adatto ad ogni secondo piatto. Alla carne bianca, rossa, al pesce. Piacciono ai...

Smart Working in pigiama? Ecco le conseguenze

Smart working. Il nuovo modo di lavorare oggi a causa delle Pandemia Covid 19. E' comodo, ci si rilassa, si evitano code e traffico....

Baci di dama… Buoni e belli fatti in casa!

Baci di dama. Teneri, dolci, squisiti pasticcini al gusto di cioccolata. O di qualunque altra cosa noi preferiamo. Dipende dal gusto personale. Sono perfetti...

Streaming a pagamento o cinema nelle sale?

Lo streaming a pagamento soppianterà il cinema nelle sale? Questa domanda, dalle implicazioni epocali per la settima arte, è di estrema attualità. Soprattutto ora...

More Articles Like This