venerdì, Gennaio 22, 2021

Maltrattava la madre e le estorceva soldi. Arrestato

Must Read

Cyberbullismo al tempo del Covid19

La tecnologia, ormai, è entrata a far parte della nostra quotidianità. Se utilizzata correttamente può rappresentare un vero e...

Patate semplici in padella: ricetta e procedimento

Patate semplici in padella. Per un contorno veloce, saporito e delicato. Adatto ad ogni secondo piatto. Alla carne bianca,...

Smart Working in pigiama? Ecco le conseguenze

Smart working. Il nuovo modo di lavorare oggi a causa delle Pandemia Covid 19. E' comodo, ci si rilassa,...

Arrestato dai carabinieri un 31enne di Frattamaggiore. Erano anni che l’uomo maltrattava e minacciava di morte la famiglia. In particolare la madre. Il calvario era cominciato già nel 2018. Ben due anni fa. Aveva totalmente perso il controllo e non c’era modo di tornare indietro. La sua furia violenta diventava ogni giorno sempre più inarrestabile. Probabilmente se non si fosse intervenuti in tempo sarebbe accaduto l’inevitabile. E il giovane sarebbe anche arrivato a commettere un matricidio. Per fortuna, l’intervento delle forze dell’ordine ha impedito il peggio. E, naturalmente, ulteriori spargimenti di sangue inutili. L’arresto è stato convalidato dal Giudice per le indagini preliminari del tribunale di Napoli. Il “drogato” già si trovava in carcere. Ed è proprio lì che continuerà a scontare la sua pena. Si spera, magari riflettendo su quanto ha commesso. Cosicchè, scontato il reato, potrà anche tornare da quella madre viva per miracolo

31enne arrestato, gli “ante”fatti

Il ragazzo, per acquistare droga e alcool per anni avrebbe assunto un atteggiamento fortemente aggressivo in famiglia. In particolare con la genitrice. La madre, 55enne avrebbe subìto abusi e minacce di morte. Una volta addirittura il 31enne le avrebbe distrutto mobili e suppellettili. Tutto per ottenere il denaro richiesto. Con qualsiasi mezzo. Il “delinquente” ormai era fuori di se. Più volte avrebbe minacciato la madre anche di morte. E se lei voleva chiamare aiuto non poteva farlo. Il figlio infatti, più volte, le avrebbe sequestrato anche il cellulare. Non solo. Non poteva uscire e non poteva chiedere aiuto. Era totalmente prigioniera in una casa fatta di minacce e violenze continue. Dopo anni di abusi continui, quasi quotidiani, il tribunale ha deciso. Il giovane sconterà la sua pena a Napoli a Poggioreale. Per la madre finalmente un pò di pace. E la probabile speranza che quel figlio “perso” possa col tempo “rinsavire”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest News

Cyberbullismo al tempo del Covid19

La tecnologia, ormai, è entrata a far parte della nostra quotidianità. Se utilizzata correttamente può rappresentare un vero e...

Patate semplici in padella: ricetta e procedimento

Patate semplici in padella. Per un contorno veloce, saporito e delicato. Adatto ad ogni secondo piatto. Alla carne bianca, rossa, al pesce. Piacciono ai...

Smart Working in pigiama? Ecco le conseguenze

Smart working. Il nuovo modo di lavorare oggi a causa delle Pandemia Covid 19. E' comodo, ci si rilassa, si evitano code e traffico....

Baci di dama… Buoni e belli fatti in casa!

Baci di dama. Teneri, dolci, squisiti pasticcini al gusto di cioccolata. O di qualunque altra cosa noi preferiamo. Dipende dal gusto personale. Sono perfetti...

Streaming a pagamento o cinema nelle sale?

Lo streaming a pagamento soppianterà il cinema nelle sale? Questa domanda, dalle implicazioni epocali per la settima arte, è di estrema attualità. Soprattutto ora...

More Articles Like This