sabato, Ottobre 31, 2020

NBA, Lakers sul 3-1: Miami lotta ma cede 102-96, LeBron vede il suo quarto titolo

Must Read

Qualcomm lavora ad un suo gaming phone (con Snapdragon 875): l’aiuto arriva da Asus

Qualcomm sta lavorando ad un proprio gaming phone che potrebbe essere lanciato verso la fine del 2020. La gustosa...

Coronavirus, con la pandemia aumentano i guadagni dei “già miliardari”: in Italia sono 40

La pandemia di coronavirus ha fatto precipitare il PIL, ha comportato una forte perdita di posti di lavoro, ha...

Il turismo ferroviario riparte con i treni storici. Itinerari da sogno tra montagne e laghi

Il lockdown e più in generale l'emergenza sanitaria hanno inflitto un duro colpo al turismo e ai viaggi, specialmente...

Manca solo l’ultimo passo, l’ultimo tassello ai Los Angeles Lakers per tornare di nuovo sul tetto del mondo, dieci anni dopo l’ultima volta. In gara 4, disputata stanotte, i gialloviola hanno avuto nuovamente ragione di un avversario coriaceo come i Miami Heat. 102-96 il punteggio finale a favore di LeBron e soci, che vedono ormai l’anello.

Anello, come detto, che potrebbe arrivare già nella prossima sfida, in programma alle 3 della notte italiana tra venerdì e sabato. LeBron James ha messo dentro 28 punti anche in gara 4, aggiungendo 12 rimbalzi, 8 assist e tutta la sua esperienza da leader incontrastato. LBJ è stato spalleggiato alla perfezione da un altro “gigante” come Anthony Davis, che realizza 22 punti e 9 rimbalzi spingendo i Lakers verso un 3-1 che sa tanto di titolo. Determinante anche Caldwell-Pope, con i suoi 15 pesantissimi punti.

Miami lotta con il cuore, ma i Lakers vedono il titolo

Miami ha lottato con tutte le sue forze per cercare di rimanere aggrappata al match e alla finale. Jimmy Butler è andato ad un passo dalla tripla doppia (22 punti, 10 rimbalzi e 9 assist) ma non è bastato per portare la serie sul 2-2 e alimentare i sogni dei tifosi degli Heat. Forse coach Spoelstra poteva aspettarsi qualcosa in più dalla sua panchina, dove sono arrivati solo 13 punti, a differenza di quella di LA che ne ha messi dentro 27. Chiaramente, con uno come Dragic (che ha provato nel riscaldamento ma con esito negativo) gli Heat potevano dare molto più fastidio ai Lakers, ma ormai i “se” e i “ma” lasciano il tempo che trovano.

La serie non è finita, Miami ha ancora una speranza, anche se rimontare da 1-3 a 4-3 nelle Finals NBA è un’impresa che è finora riuscita solo ai Cleveland Cavaliers nel 2016. Solo che all’epoca LeBron James giocava con i Cavs, mentre ora Miami se lo ritrova come avversario, pronto a vincere il suo quarto titolo NBA.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest News

Qualcomm lavora ad un suo gaming phone (con Snapdragon 875): l’aiuto arriva da Asus

Qualcomm sta lavorando ad un proprio gaming phone che potrebbe essere lanciato verso la fine del 2020. La gustosa...

Coronavirus, con la pandemia aumentano i guadagni dei “già miliardari”: in Italia sono 40

La pandemia di coronavirus ha fatto precipitare il PIL, ha comportato una forte perdita di posti di lavoro, ha fatto scendere molto il reddito...

Il turismo ferroviario riparte con i treni storici. Itinerari da sogno tra montagne e laghi

Il lockdown e più in generale l'emergenza sanitaria hanno inflitto un duro colpo al turismo e ai viaggi, specialmente quelli internazionali. Anche il turismo...

Coronavirus, mascherina obbligatoria anche all’aperto. Le multe vanno da 400 a 1.000 euro

Da questo momento in poi la mascherina diventa obbligatoria non solo nei luoghi chiusi, ma anche all'aperto, fatte salve alcune eccezioni. E' questa la...

NBA, Lakers sul 3-1: Miami lotta ma cede 102-96, LeBron vede il suo quarto titolo

Manca solo l'ultimo passo, l'ultimo tassello ai Los Angeles Lakers per tornare di nuovo sul tetto del mondo, dieci anni dopo l'ultima volta. In...

More Articles Like This