mercoledì, Gennaio 20, 2021

Cibo che diventa “veleno”. Ecco cosa non fare mai con gli alimenti

Must Read

Cyberbullismo al tempo del Covid19

La tecnologia, ormai, è entrata a far parte della nostra quotidianità. Se utilizzata correttamente può rappresentare un vero e...

Patate semplici in padella: ricetta e procedimento

Patate semplici in padella. Per un contorno veloce, saporito e delicato. Adatto ad ogni secondo piatto. Alla carne bianca,...

Smart Working in pigiama? Ecco le conseguenze

Smart working. Il nuovo modo di lavorare oggi a causa delle Pandemia Covid 19. E' comodo, ci si rilassa,...

Il cibo ci serve come motore per la via. Ci supporta nell’attività fisica, nella concentrazione. In generale a mantenerci in buona salute. Certo è bene sapere come si conservano gli alimenti. Se conservati in maniera negativa., gli stessi possono diventare “veleno”. Perdono le proprie capacità nutrizionali. Possono perdere le vitamine o peggio, andare a male in breve tempo. In taluni casi, gli stessi possono persino divenire tossici per la salute. Esempio. Sappiamo che una spremuta di arancia, al mattino soprattutto è ricca di vitamina C. Ma sappiamo altrettanto che se bevuta a digiuno o appena svegli può causare nausea, pesantezza, acidità di stomaco o addirittura vomito? Altro esempio. La stessa spremuta d’arancia, se non consumata prontamente non appena pronta, sfuma le sue vitamine. Meglio consumarla al momento. Soprattutto non prendere le buste preconfezionate.

Cibo, il modo come conservarlo

Lo yogurt, il latte, altri prodotti caseari sono gustosi e hanno moltissime proprietà benefiche per l’organismo. Per il latte di mucca esistono diverse scuole di pensiero. Ma non è questo il luogo in cui trattare l’argomento. Lo yogurt, ricco di fermenti lattici vivi. Se congelato diventa acido per il corpo. Stessa cosa per il pane. Le baguette per esempio. L’impasto, spesso prima di essere cotto, viene conservato in particolari celle frigorifero. Ricongelare il prodotto finito è assolutamente controproducente. Medesimo discorso per l’insalata. Va consumata fresca. Congelata andrebbe subito a male.

I prodotti che non vanno conservati in frigo

Verdure come zucchine, cetrioli, pomodori, melanzane, fagioli, zucche, rape, patate, aglio, cipolle e scalogni non vanno conservati in frigorifero. Nella maniera più assoluta. Questo perchè si degradano più facilmente. Questo può dare origine alla formazione di batteri pericolosi per la salute.

Cibo conservazione. Le buone abitudini

Inoltre, ci sono alcuni alimenti che normalmente conserviamo coperti sul davanzale. Ma questo proprio non si fa. La frittata ad esempio. Il modo migliore di conservarla è nel frigo. Il tonno, meglio acquistarlo già in scatola. La conserva del pesce fresco, se non custodita adeguatamente, può causare l’insorgere di batteri che provocano botulino. In ultimo, mai scongelare poi ricongelare il cibo. Si può correre il rischio di contrarre la salmonella.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest News

Cyberbullismo al tempo del Covid19

La tecnologia, ormai, è entrata a far parte della nostra quotidianità. Se utilizzata correttamente può rappresentare un vero e...

Patate semplici in padella: ricetta e procedimento

Patate semplici in padella. Per un contorno veloce, saporito e delicato. Adatto ad ogni secondo piatto. Alla carne bianca, rossa, al pesce. Piacciono ai...

Smart Working in pigiama? Ecco le conseguenze

Smart working. Il nuovo modo di lavorare oggi a causa delle Pandemia Covid 19. E' comodo, ci si rilassa, si evitano code e traffico....

Baci di dama… Buoni e belli fatti in casa!

Baci di dama. Teneri, dolci, squisiti pasticcini al gusto di cioccolata. O di qualunque altra cosa noi preferiamo. Dipende dal gusto personale. Sono perfetti...

Streaming a pagamento o cinema nelle sale?

Lo streaming a pagamento soppianterà il cinema nelle sale? Questa domanda, dalle implicazioni epocali per la settima arte, è di estrema attualità. Soprattutto ora...

More Articles Like This