Con una crescita del 25 pc nel primo trimestre 2017, il settore delle costruzioni vede in Ungheria una straordinaria carenza di forza lavoro, informa Economia.hu.

Per il vertice dell’associazione costruzioni locale (Évosz) László Koji mancano tra i 10mila e i 15mila addetti. Le zone con il maggior numero di posizioni aperte sono Budapest e l’Ungheria Centrale, dove il comparto è cresciuto a ritmo sostenuto negli ultimi anni. Secondo Koji la carenza è dovuta in parte all’emoragia di lavoratori durante la crisi, quando circa 80mila lavoratori hanno lasciato il settore. Secondo Évosz la crescita sull’intero anno arriverà al 15 pc.