Secondo i dati dell’Agenzia slovena delle entrate (Furs), i registratori di cassa, introdotti all'inizio dell’anno scorso, nel 2016 hanno portato nelle casse dello Stato 81 milioni di euro aggiuntivi.

La stampa locale commenta positivamente il dato ma sottolinea che la misura è stata introdotta tardivamente e che nonostante il passo avanti il problema dell'economia sommersa non è stato ancora del tutto risolto.